X-RING

Gli X-Ring sono elementi di tenuta a quattro labbri aventi due dimensioni: diametro interno e altezza.
Si tratta di una variazione nella forma degli O-Ring; gli X-Ring hanno, infatti, una sezione a “X”.

È uno dei tipi di tenuta più semplici e versatili, con un’ampia gamma di applicazioni per la sigillatura sia dinamica che statica.
Si inserisce in un’apposita sede per essere compresso durante l’assemblaggio di due o più parti, componendo così un sistema di tenuta.

Gli X-Ring possono essere montati senza problemi nelle sedi progettate per gli O-Ring, sono adatti sia in tenuta dinamica sia statica e possono essere usati in svariate applicazioni tecniche.
Tuttavia, esistono dei limiti d’impiego per quanto concerne pressione, velocità e temperatura d’esercizio.

Relativamente alla pressione, si distingue tra movimento lineare e rotativo.
Movimento lineare:
– fino a 5 MPa (50 bar) senza anello d’appoggio
– fino a 30 MPa (300 bar) con anello d’appoggio
Movimento rotativo:
– fino a 2 MPa (20 bar) senza anello d’appoggio
– fino a 15 MPa (150 bar) con anello d’appoggio.

Anche per la velocità si effettua la distinzione precedente.

– Movimento alternativo lineare: fino a 0,5 m/s
– Movimento rotativo: fino a 1,0 m/s

A seconda del materiale si applica invece quanto segue:

– materiale standard -30 °C fino a +110 ° per movimenti alternativi lineari
– materiale standard -30 °C fino a +80 ° per movimenti rotativi
– materiale speciale -60° a +200°C

Tecnicagasket © 2018 privacy  |  credits |